Skip to content

Studio Consulenza Legale & del Lavoro - SLTL Avvocati in Venezia

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color

In breve

Imputazione del pagamento agli interessi - art. 1194 Codice Civile

Il debitore non può imputare il pagamento al capitale, piuttosto che agli interessi e alle spese, senza il consenso del creditore. Il pagamento fatto in conto di capitale e d'interessi deve essere imputato prima agli interessi. Il pagamento parziale, in acconto, effettuato per adempiere un debito costituito da capitale e interessi, va imputato prima agli interessi.

 
You are here: Home arrow Notizie arrow Ultime notizie arrow Giudice di pace: i complimenti degli Avvocati
Skip to content

header_image7.jpg

Giudice di pace: i complimenti degli Avvocati PDF Stampa E-mail

GIUDICE DI PACE, I COMPLIMENTI DEGLI AVVOCATI

 Un servizio rapido ed efficiente. È il giudizio, in estrema sintesi, che il presidente della Camera degli Avvocati Alberto Vigani ha dato del Giudice di Pace, dopo la presa in carico da parte del Comune. «Il servizio funziona bene con una risposta alle richieste in tempo reale tale da non provocare arretrato – spiega Vigani – Le giacenze sono limitate e i decreti di risposta arrivano nell’arco di pochi giorni». Particolarmente apprezzato il lavoro delle tre dipendenti comunali, Maria Papa, Michela Poli e Elena Ruzza comandate al servizio di cancelleria, in sostituzione del personale ministeriale. Negli uffici di viale Libertà prestano servizio anche un dipendente ministeriale, Pierluigi Schiabel, e tre volontari appartenenti all’Associazione nazionale Carabinieri. «Il personale è cortese e solerte – aggiunge Vigani – e l’efficienza dell’ufficio del Giudice di Pace sandonatese è ancora più evidente se confrontata con altre realtà».

La conferma arriva dai dati relativi ai primi due mesi del 2015. Da record il dato relativo al civile che chiude con un saldo positivo decisamente inusuale. A fronte di 196 nuovi procedimenti iscritti a ruolo, tra decreti ingiuntivi e cause civili, ne sono stati definiti 238. «Si tratta di un risultato, di cui va dato merito a giudici e personale amministrativo, ancora più significativo a fronte dell’aumento di ricorsi, soprattutto contro le sanzioni amministrative – spiega la presidente Michela Girardi – Ha reso possibile questi risultati la raggiunta autonomia del servizio, non più soggetto, per certe funzioni, a applicazioni da parte del Tribunale». È attualmente possibile infatti effettuare tutti i giorni, dal lunedì al venerdì tra le 8,30 e le 11,30, il deposito degli atti e le asseverazioni, invece che una volta a settimana come avvenuto finora. Sempre in ambito civile sono state svolte 148 asseverazioni di perizie o traduzioni. In ambito penale, a gennaio e febbraio sono stati trattati 97 procedimenti e definiti 33. Una media altissima e confermata dai dati provvisori di marzo, relativi a una sola udienza: 33 procedimenti trattati e 9 definiti.

Il Giudice di Pace di San Donà di Piave era stato compreso tra i 667 uffici soppressi un anno fa dal Ministero della Giustizia. È stato successivamente preso in carico da San Donà e altri 7 comuni del territorio (Ceggia, Eraclea, Fossalta, Jesolo, Musile, Noventa, Torre di Mosto). A maggio gli uffici sono stati trasferiti, senza interruzione del servizio, dalla sede di via Trento a quella, più economica, di viale Libertà. Il passaggio di consegne dal personale ministeriale a quello del Comune è avvenuto alla fine di dicembre scorso.  

San Donà di Piave, 5 marzo 2015

 

Comunicato Stampa del Comune di San Donà di Piave

***

LO STUDIO SLTL FORNISCE ASSISTENZA E TUTELA LEGALE PER IL RECUPERO RETRIBUZIONI E TUTELA LAVORATORI

✔️ BUSTE PAGA non incassate;
✔️ TFR da recuperare
✔️ sanzioni disciplinari illegittime;
✔️ ferie non godute e riposi compensativi da recuperare;
✔️ licenziamento illegittimo;
✔️ riconoscimento mansioni superiori
✔️ trasferimenti sanzionatori;

Contattaci subito per sapere come fare e non perdere i tuoi diritti: tel. +39 0421.232172 o+39  0421.232181; o seguici su Facebook. Ricorda che siamo operativi in tutto il Veneto ed il Friuli.

 
< Prec.   Pros. >