Skip to content

Studio Consulenza Legale & del Lavoro - SLTL Avvocati in Venezia

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color

In breve

Imputazione del pagamento

  • Per "imputazione di pagamento" si intende il riferimento della prestazione ad un particolare debito da soddisfare.

Il debitore non può imputare il pagamento al capitale, piuttosto che agli interessi e alle spese, senza il consenso del creditore.

Il pagamento fatto in conto di capitale e d’interessi deve essere imputato prima agli interessi: è l'art. 1194 del codice civile.

La norma afferma il principio secondo cui il pagamento che non estingua interamente il debito deve essere imputato prima agli interessi ed alle spese, poi al capitale.

Quanto ai presupposti, l'articolo 1194 trova applicazione se:

a) vi è la coesistenza di crediti per capitale e crediti accessori, per interessi o per spese (C. 10149/1991);

b) tali crediti sono parimenti liquidi ed esigibili

c) i pagamenti sono eseguiti volontariamente, e non coattivamente.

Quanto alla prova, dal momento che il criterio legale dell'imputazione del pagamento agli interessi funziona automaticamente, resta a carico del debitore l'onere di dimostrare che il creditore ha acconsentito all'imputazione della somma versata prima al capitale, anziché agli interessi.

***

  • Il pagamento parziale, in acconto, effettuato per adempiere un debito costituito da capitale e interessi, va imputato prima agli interessi.

Chi ha piu' debiti della medesima specie verso la stessa persona puo' dichiarare, quando paga, quale debito intende soddisfare.

In mancanza di tale dichiarazione, il pagamento deve essere imputato al debito scaduto;

- tra piu' debiti scaduti, a quello meno garantito;

- tra piu' debiti ugualmente garantiti, al piu' oneroso per il debitore;

- tra piu' debiti ugualmente onerosi, al piu' antico.

Se tali criteri non soccorrono, l'imputazione e' fatta proporzionalmente ai vari debiti:  è l'art. 1193 del codice civile.

Risulta necessario che:

- esistano di più crediti di uno stesso creditore verso lo stesso debitore, che, benché omogenei, abbiano però titolo e causa diversi.

- i pagamenti siano eseguiti volontariamente;

- il creditore possa pretendere l'adempimento;

- i diversi crediti siano tutti esigibil.

La questione dell'imputazione del pagamento, quindi, non è proponibile quando sussista tra le parti un unico debito, giacché l'adempimento di questo, se è totale, ne determina l'estinzione, mentre, se è parziale, comporta la permanenza dell'obbligo di eseguire la prestazione per il residuo, ferma restando per il creditore la possibilità di rifiutare l'adempimento parziale.

***

  • In ogni caso, se taluno, avendo più debiti, accetta una quietanza nella quale il creditore ha dichiarato di imputare il pagamento a uno di essi, non può pretendere un'imputazione diversa, se non vi è stato dolo o sorpresa da parte del creditore: è l'art. 1195 del codice civile.

Pertanto, qualora il debitore non provveda all'imputazione del pagamento ad uno dei suo debiti, tale facoltà spetta al creditore, che la esercita tramite la quietanza. A differenza però dell'imputazione fatta dal debitore, la quietanza non produce effetto se non è accettata dal debitore.

Avv. Alberto Vigani

 

 

 
You are here: Home arrow SLTL: la Mission arrow Il network
Skip to content
Il network

 NOI CREDIAMO NELL'IMPORTANZA DI UN APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE

Avv. Alberto Vigani
Avv. Alberto Vigani
Per consentire la migliore tutela dei propri clienti, lo Studio di Consulenza Legale Tributaria e del Lavoro ha sviluppato anche l'integrazione in outsourcing delle competenze specialistiche necessarie alla gestione delle posizioni affidatigli, per quanto non presente già nelle risorse interne (consulente del lavoro, avvocato del lavoro, commercialista, revisore contabile).

Con l'obiettivo di avere sempre una visione a 360° della questione trattata, e con la provata convinzione che l'insieme è di più che la somma delle parti, lo studio ha costruito una rete stabile di rapporti con professionisti in grado di interagire nelle rispettive specialità al fine di raggiungere risultati di eccellenza.

I risultati conseguiti assieme e anni di esperienza hanno permesso di realizzare un vero e proprio network di professionisti che lavorano in team con affiatamento e obiettivi comuni: ovvero, produrre i risultati necessari al cliente.

Derivando dal percorso poliedrico della vita aziendale, l'integrazione di attività professionali avviene tanto con studi legali di specializzazione affine quanto con realtà professionali parallele che consentono un'esame delle pratiche in un'ottica multidisciplinare.

Il network è quindi composto dalle seguenti professionalità:

  • esperto in mediazione e conciliazione;
  • psicologo del lavoro;
  • perito assicurativo;
  • consulente finanziario;
  • medico legale;
  • urbanista;
  • ingegnere;
  • esperto di sicurezza informatica;
  • fisioterapeuta;
  • architetto.

L'approccio multidirezionale da parte di ciascuna specialità permette di approfondire le situazioni critiche del cliente al fine di affrontare al meglio la tutela della sua difesa.

Per verificare la miglior tutela di cui può godere la Tua pratica, scrivici a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  

Avv. Alberto Vigani

Per ogni approfondimento puoi anche contattarci ai seguenti recapiti telefonici: tel. +39 0421.232172 o+39  0421.232181; o seguici su Facebook .

 www.avvocati.venezia.it