Skip to content

Studio Consulenza Legale & del Lavoro - SLTL Avvocati in Venezia

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color

In breve

Esclusa l'isxrzione obbligatoria all'INPS per la gestione di immobili da parte di società.

CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 04 gennaio 2018, n. 126 – Gestione commercianti Inps – Società in accomandita semplice – Attività esclusiva di locazione di immobili di proprietà – Obbligo di iscrizione e versamento contributi – Esclusione

 

 

 
You are here: Home arrow Le Guide Brevi arrow Diritto processuale arrow Vademecum per il testimone nel processo civile
Skip to content
Vademecum per il testimone nel processo civile PDF Stampa E-mail

COSA RACCONTERANNO I TUOI TESTIMONI?

 

Vademecum_testimone

 

Quando indichi al Tuo avvocato un teste devi pensare a quali saranno le conseguenze della TUA SCELTA: Cosa dirà quel testimone?

La questione è importantissima.

Oggi vogliamo perciò parlare del procedimento, di cosa si svolge dopo l’avvio del contenzioso e di cosa bisogna sapere per comprendere la rilevanza della prova più importante, la testimonianza,  che verrà  ad esistere appunto a processo inoltrato.

E’ innanzitutto importantissimo ricordare che quanto deciso dal magistrato sarà  pronunciato in ragione delle prove emerse in corso di istruttoria. Questo perchè , mentre alcune prove possono soppesate prima dell’inizio del giudizio, altre si paleseranno nella loro fondatezza solo a metà strada.

Invero nel processo civile italiano le prove possono essere precostituite, ovvero già  pronte per la valutazione del magistrato (ad es. i documenti, scritture private od atti pubblici, chiaramente già  conoscibili prima della causa), o costituende.

Queste ultime sono le prove che necessitano di un doppio passaggio da parte del giudice istruttore: le prove costituende devono prima essere valutate per essere ammesse nel processo e poi valutate dopo esser state assunte nel corso dell’istruttoria.

Le prove costituende principali sono tutte di tipo orale e devono appunto essere espletate proprio nel corso del processo: esse sono la confessione, il giuramento e la testimonianza.

Mentre le prime due (confessione e giuramento) consistono in affermazioni delle parti, la testimonianza è la dichiarazione di un terzo estraneo al processo in merito a fatti o circostanze inerenti all’oggetto del processo.

Il teste, così viene detto il terzo dichiarante, sarà  chiamato a esporre quanto conosce dei fatti senza giudizi e le sue parole saranno valutate dal Giudicante in correlazione con gli altri elementi probatori.

Il testimone non è però libero di raccontare ciò che più gli aggrada e, prima di deporre, deve giurare di dire il vero sotto pena di commettere un reato sanzionato con la reclusione.

Per questa ragione è importante che chi deve testimoniare, o chi aspetta le dichiarazioni testimoniali per veder confermata la sua tesi processuale, sappia quali sono i diritti ed i doveri del testimone. Dalla conoscenza dei vincoli imposti dal codice alle modalità  di assunzione del testimone deriva la certezza di non commettere sciocchezze con le proprie affermazioni o la serenità  di non confidare in ciò che non potrà  essere mai dichiarato.

Proprio per consentire un rapido approccio all’argomento, con lo Staff  dello studio, abbiamo preparato il:

Vademecum per il Testimone nel processo civile

consultabile e scaricabile gratuitamente a QUESTO LINK .

Avrai a disposizione anche una guida di facile comprensione per capire come non commettere errori imperdonabili.

Per ogni chiarimento o assistenza, contattaci adesso: tel. +39 0421.232172 o+39  0421.232181. O seguici su Facebook .

Avv. Alberto Vigani

 

***

LO STUDIO SLTL FORNISCE ASSISTENZA E TUTELA LEGALE PER IL RECUPERO RETRIBUZIONI E TUTELA LAVORATORI

✔️ BUSTE PAGA non incassate;
✔️ TFR da recuperare
✔️ sanzioni disciplinari illegittime;
✔️ ferie non godute e riposi compensativi da recuperare;
✔️ licenziamento illegittimo;
✔️ riconoscimento mansioni superiori
✔️ trasferimenti sanzionatori;

Contattaci subito per sapere come fare e non perdere i tuoi diritti: tel. +39 0421.232172 o+39  0421.232181; o seguici su Facebook. Ricorda che siamo operativi in tutto il Veneto ed il Friuli.

 
< Prec.   Pros. >