Il Piano dell'Arenile Ŕ perfettamente legittimo

Articolo tratto dal quotidiano: "Il Gazzettino"

«Il Tar ha accolto solo due delle otto richieste dell'Archisun, confermando la piena legittimità del Piano Particolareggiato dell'arenile sia nella sua originalità del 2004 che nelle variante presentata nel 2007. Ed ha respinto la richiesta di danni».
      L'interpretazione dell'avvocato Alberto Vigani, legale del Comune di Eraclea, della sentenza del Tar che ha accolto in parte il ricorso dell'Archisun in merito alle concessioni in spiaggia, è diametralmente opposta a quella di Emilio Gasbarre, titolare dell Archisun, che aveva espresso soddisfazione per l'accoglimento del suo ricorso da parte del Tar.
      «La sentenza - spiega il legale - ha respinto ben sei richieste su otto, accogliendo unicamente quella dipendente dalla mancata collaborazione del Comune di Jesolo, ovvero quella inerente l'approvazione del solo progetto esecutivo delle opere da realizzare; il ricorso chiedeva anche l'annullamento del piano particolareggiato dell'arenile approvato dal Comune: Il Tar ha rigettato tale richiesta, dichiarando la piena legittimità del Piano particolareggiato dell'arenile sia nella sua originalità, del 2004, che nella variante del 2007. Infine tra le sei richieste presentate e respinte dal Tar rientra anche la richiesta risarcimento danni».
      Riguardo alla richiesta di 700mila euro di danni c'è da osservare che l'Archisun ha intrapreso anche una causa civile. «Se la richiesta risarcitoria - conclude Vigani - è stata rigettata dal Tar non è andata molto meglio avanti al giudice ordinario: è bene ricordare che il magistrato designato ha accolto la richiesta formulata dal Comune di Eraclea ed ha fissato l'udienza per discutere sul difetto di giurisdizione del giudice di merito nei confronti del giudice amministrativo».

 

Martedì 6 Luglio 2010, scritto da Maurizio Marcon

Nota sul copyright: ogni diritto di legge sulle informazioni fornite da Il Gazzettino S.p.A. editrice de "Il Gazzettino" spetta in via esclusiva a Il Gazzettino S.p.A.